NEWS

Il gioco da tavolo in cui gli zombie invadono la fashion week

Il game studio italiano Albe Pavo spopola su Kickstarter con Carnival Zombie, ambientato durante il carnevale di Venezia e durante la settimana della moda milanese

Fashion victim o fashion zombie? I non-morti invadono Milano per celebrare la settimana della moda (o della non-moda?). Sta a un manipolo di sventurati sopravvivere sino all’alba, e fuggire dalla nebbia misteriosa e letale che avvolge la città. Non è una nuova serie tv horror ambientata in Italia, ma la divertente premessa della seconda edizione di Carnival Zombie, gioco da tavolo co-op appena tornato in grande spolvero sul sito di cdfunding Kickstarter.

Il gioco è disegnato e realizzato da un team italiano: i ragazzi di Albe Pavo, studio di game design nato a Lodi nel 2011 e già responsabile di una mezza dozzina di boardgame distribuiti a livello globale da Fantasy Flight Games. La nuova edizione ristampa il gioco originale, ambientato durante il carnevale veneziano, aggiungendo nuove miniature e rifiniture che verranno svelate durante la campagna di cdfunding, e la possibilità di scegliere una versione “deluxe” con l’espansione milanese ambientata, appunto, durante la fashion week.

Il gioco è un classico cooperativo con diversi spunti originali. Ogni partita è divisa in due fasi: il giorno, durante il quale il gruppo di personaggi (travestiti dalle classiche maschere venete o milanesi: Arlecchino, Colombina, Balanzone) deve preparare il proprio rifugio, curare le ferite, cercare un nascondiglio appropriato; e la notte, quando gli zombie attaccano e si scatenano furiose sparatorie. Chi accumula troppo stress impazzisce… e la squadra intera perde la partita. Il gioco include molti elementi moderni: la presenza di scenari, eventi finali che possono anche essere giocati separatamente come una sorta di mini-game, zombie boss, carte equipaggiamento e molto altro ancora.

Una caratteristica che potrebbe non piacere agli appassionati del grande blockbuster in genere zombie, Zombicide, è che non si tirano dadi: ogni carta ha il suo effetto preciso e il caso è lasciato ai mazzi eventi, oggetti, e ai “tarocchi” che svelano i nemici da affrontare. C’è però un gioco di destrezza per chi proprio non può rinunciare all’idea di lanciare una manciata di cubi sul tavolo: quando si spara a uno zombie, bisogna far cadere il segnalino che lo rappresenta in una zona molto ristretta. Se il cubo rotola fuori (e quando ce ne sono molti, è facile che accada), lo zombie si rianima.

Il gioco sta riscuotendo un buon successo su Kickstarter: dopo aver raggiunto l’obiettivo di raccolta pari a 35mila euro in soli 96 minuti, ha sfiorato la soglia dei 200mila euro, con più di 20 giorni alla fine della campagna. Un ottimo risultato che lascia ben sperare anche per i futuri progetti del team italiano di Albe Pavo.


Fonte: WIRED.it

 Possiamo aiutarti?